.
Annunci online

danielesorelli
ne bis in idem
18 febbraio 2008
UBI TU GAIUS EGO GAIA
Da troppo tempo, oramai, non pubblicavo un post.
Non è stato disinteresse miei cari lettori e naviganti (che siete il mio orgoglio e la mia soddisfazione), ma solo mancanza di tempo.

In questo periodo sono successe troppe cose. La politica sembra impazzita e chi sta dietro queste vincende non può non essere contaminato da tanta follia.
Il PD che corre da solo, Cuffaro condannato e dimesso, la provincia di catania,il comune di catania..persino le circoscrizioni di quartiere si dovranno votare.

Io credo che l'esercizio della democrazia attraverso il voto sia sempre un bene.  Perchè quantomeno in quei due-tre giorni si sviluppa un minimo di consapevolezza in più.  Quella che  invece manca nei 360 giorni l'anno..gli elettori , e in particolare i miei concittadini e conterranei,  non continuano il loro esercizio democratico dopo il voto.
Il controllo su quanto fanno o meno e come, i loro eletti non gli interessa. In parte giustamente, in parte no.

Una provincia e una città metropolitana, saranno chiamate ad esprimersi per il rinnovamente di 4 organi istituzionali : Parlamente, Regione, Provincia e Comune.
Sembra di leggere l'art. 113 della Costituzione.

Lo Stato quindi si fonda sui cittadini, che spesso non riescono a capire che quella mala politica che mette in ginocchio questa terra dipende da loro stessi.

Vorrei che questa terra si risollevasse. Senza armi, senza autonomismi, senza clientele e senza rivoluzioni.
Ma che dal lavoro, dai sacrifici e dal sudore nascesse una Catania nuova. Almeno consapevole di ciò che è : un posto bellissimo.


Daniele Sorelli



permalink | inviato da danielesorelli il 18/2/2008 alle 14:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
SOCIETA'
4 gennaio 2008
ANNO NUOVO SPERANZA NUOVA!
Riporto un post pubblicato ieri sera sul sito del Collettivo-SdS ( www.collettivosds.tk ), per iniziare l'anno all'insegna della speranza!

Care compagne e cari compagni,
ultimamente ho finito di leggere un libro che ha destato in me parecchio interesse al momento della sua pubblicazione in italia.

Barack Obama (www.barackobama.com) è candidato alle primarie democratiche per la presidenza U.S.A. Dovrà vedersela con Hillary Clinton, Edwards..e altri personaggi molto popolari e di indubbie capacità.

Io, nel piccolo, faccio il tifo per lui. E il suo libro mi convince ancora di più. Obama si presenta come un candidato avanguardista , nei diritti civili (per genoma e per sensibilità verso la storia razziale americana) nella politica economica e nella visione della giustizia.
Sa bene quali lacune ha l'America, e sa bene che le grandi sfide si affrontano non con una nazione lacerata, ma con un patto sociale che tenga dentro tutte le energie vive , dinamiche e nuove della società senza lasciare indietro i meno fortunati.
Nessuna livellazione sovietica, ma neanche una competizione tribale.
Barack sottolinea come l'America quando ha trovato un patto associativo forte ha sempre vinto le grandi sfide.Esempi importanti sono la Costituzione del '700 che segna la fine di grandi lotte intestine..l'integrazione pre e post bellica con gli emigranti europei..il benessere economico, l'apertura della società nei costumi pur mantenendo radici forti in alcune comunità religiose.

Insomma Obama si ricorda bene di esser parte di un grande paese che garantisce a tutti il "diritto di provarci", ma sa bene che questo non deve avvenire a scapito dell'altro, a scapito dei meno fortunati.
La sua sensibilità sociale, il suo senso di responsabilità e la sua moderna visione del mondo fanno di lui il candidato ideale per una America, divisa, più povera e piena di toppe lasciate dall'amministrazione Bush.

Daniele Sorelli

ps auguri a tutti!



permalink | inviato da danielesorelli il 4/1/2008 alle 15:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa
7 novembre 2007
SICILIA BELLA E MALEDETTA
Vengo da un Congresso Nazionale molto interessante. Un quadro animato e variopinto dell'Italia che piace a noi, quella dell'impegno e della cittadinanza attiva.
Quando ci si confronta con tante e diverse realtà territoriali, capisci se hai sbagliato strada o meno.
E noi siciliani non abbiamo sbagliato. Per errare avremmo dovuto fare qualcosa. Invece solo chi non lavora non sbaglia. E qui la politica è infallibile.

E' vero che siamo in un altro mondo. Chi viaggia lo sa e lo capisce, ahimè, a proprie spese.
I migliori talenti e le energie più sane di questa terra partono, direbbe il mio amico Spataro. E come dargli torto.
Livio, Andrea, Stefano e quanti altri amici partiti. Quanti altri che partiranno.
OItre a lasciare una sgradevolissima sensazione di assenza personale, portano via quanto di meglio gli insegnanti , i professori e la società gli ha dato.
Ma come ci si può permettere di rimproverarli ?
Come costringerli a rendere improduttive le loro ricchezze e obbligarli ad un tirare a campare che rasenta il fallimento ?

Il circolo vizioso, di una terra senza forze che non fa niente però per trattenere le sue energie migliori , continua e si alimenta.
La politica continua a parlare di finanziamento pubblico, Cassa del Mezzogiorno, assunzioni pubbliche...non capendo che qui dove c'è il pubblico si annidano sacche di clientela aggressive, che la rete fitta di rapporti extralegali si nutre.
Basta con questa storia del pubblico. Se volete fare qualcosa di buono per tutti, trovate strumenti che siano occasione di riscatto, che rappresentino uno stimolo all'opportunità.

E a tutti quei ragazzi coetani che sono andati via e che mandano avanti le fabbriche del nord e gli studi professionali : siete il nostro orgoglio.

Daniele Sorelli





permalink | inviato da danielesorelli il 7/11/2007 alle 14:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa
POLITICA
22 ottobre 2007
FINALMENTE..COORDINATORE!
Oggi si è celebrato il congresso provinciale dell'U.d.U . Sono intervenuti decine di compagne e compagni, dirigenti del sindacato e rappresentanti di partito.A moderare il congresso c'era il compagno Natale Di Cola dell'U.d.U. nazionale.
Dopo la discussione c'è stata la relazione conclusiva del sottoscritto.
Poi si è proseguito con le votazioni, che hanno dato il seguente esito : Daniele Sorelli Coordinatore Politico e Edoardo Cicero Presidente del Coordinamento.

Un grazie di cuore non è rituale. Bensi doveroso.
A tutti quelli che mi hanno sostenuto vanno i miei pensieri di profonda riconoscenza.
Grazie.

Daniele Sorelli



permalink | inviato da danielesorelli il 22/10/2007 alle 20:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
POLITICA
28 agosto 2007
QUALE PROTOCOLLO ?! TRA...COLLO!
In questi giorni ho pensato a lungo prima di scirvere questo post.
Ne parlavo con alcuni amici, ma vi sembra normale un pease dove un governo sigla un protocollo di intesa (..intesa appunto..) con le parti sociali e quindi anche con i sindacati che rappresentano i lavoratori, e membri e interi partiti del governo dopo un mese manifestino contro quel protocollo ?..

Ricapitoliamo :

1. Il governo è composto da più partiti
2. Il governo sigla un protocollo anche con le rappresentanze dei lavoratori
3.Alcuni partiti del governo -il quale ha firmato il protocollo con le rappresentanze dei lavoratori - manifestano contro il governo di cui fanno parte contro il protocollo a difesa dei lavoratori e contro i sindacati che hanno aderito al protocollo che rappresentano i lavoratori. (...ma guardate cosa devo scrivere..)

Altro che tecnica "oltranzista" di entrare nelle contraddizioni e farle scoppiare, come insegna la grande scuola politica di Rifondazione...qua le contraddizioni stanno nella lingua italiana!!!!

ps per chi volesse sapere contro cosa si manifesta : "protocollo welfare"

Daniele Sorelli



permalink | inviato da danielesorelli il 28/8/2007 alle 20:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
17 agosto 2007
"BELLA CATANIA...
...Catania di notte, cu chiangi, cu arriri, cu fa cosi stotti"...e proprio storta è questa amministrazione guidata dal farmacista ( o farmacologo ??..) Scapagnini. Tra un pomodoro di Pachino e un'insalatina al capo dell'opposizione anti-V(F)isco, riesce anche a trovare un pò di tempo per comparire sul corriere della sera.

I giornalisti si chiedono come mai un comune che è immerso nei debiti (accertati da ispettori ministeriali) spenda e spanda soldi U.E. in pubblicità sui taxi di Londra.
Nino Strano, risponde che così almeno questi contributi non vengono persi , ma comunque impiegati.
Scapagnini prima ne è entusiasta ora meno.

Sarà , ma mi chiedo quale logica dell'investimento c'è dietro. Se è la stessa che ha portato il bilancio catanese a - 700 (settecento) milioni di euro (di debiti verso le banche) allora c'è da spaventarsi.
Se invece è una campagna promozionale per dare lustro alla nostra carissima città, allora mi chiedo quanti tra i viaggiatori del metro di Mosca verranno a farci visita. E non sono l'unico a chiederselo. Ahimè.

Daniele Sorelli



permalink | inviato da danielesorelli il 17/8/2007 alle 12:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
7 agosto 2007
IL PD e i GIOVANI
Riporto un intervento scritto sul forum del Collettivo P. Umberto

"Care amiche e compagne, Cari amici e compagni

pensavo in questi giorni , sollecitato da una situzione politica sempre vivace, di discutere un pò del progetto del partito democratico. E cosa c'è di meglio del forum del collettivo p.umberto ?! Siete sempre molto presenti e acuti nelle discussioni e quindi condividere con voi qualche riflessione credo sia un bene, soprattutto per non cullarsi mai troppo. Sondare gli umori dei giovani nelle varie generazioni è un esercizio non di retorica ma di politica...soprattutto alla luce di un progetto che può parlare ai giovani come nessun altro.

E' la prima volta da quando esiste il mondo della comunicazione globale che un partito nasce su una apertura di struttura. Le primarie del 14 ottobre saranno un momento fondamentale per selezionare non la futura classe dirigente, bensi i futuri costituenti! ciò che si dovrà scegliere non saranno i potentati o i signorotti, ma i valori, le sfumature e i contenuti politici che in realtà sono le contraddizioni presenti nella società.
E il Partito Democratico, che rappresenterà in una logica o bipolare o proporzionale il partito elettoralmente più corposo e socialmente più radicato ( alla faccia di quei partitucoli che predendono di parlare in nome del popolo...), sarà tanto più di sinistra quanto più noi, elettori o simpatizzanti o semplici attenti osservatori, saremo in grado di spenderci.

Dobbiamo chiederci se vogliamo cambiare la società. E dobbiamo chiederci anche come vogliamo cambiarla.

C'è una possibilità. Quella di contribuire a dare un volto, o accentuare un contenuto politico, rispetto ad un progetto che sta nascendo e si apre alla società. Non è una scissione di potere che spesso da vita ( o ha dato vita ) a partiti sempre più piccoli e autoreferenziali. E' una operazione di popolo. E anche il suo percorso lo è stato.
Sempre alla faccia di qualche cassandra che profetizza il male e operazioni oscure di vertice.
Vi dico solo che il partito in cui milito ha avuto una discussione interna veramente sentita. E per il progetto del PD hanno votato 250 mila compagni tesserati!! Quasi il 50% dei voti che raccoglie il PDCI.
Se vi sembra una operazione di potere....

E poi ci saranno le primarie. Per la prima volta un partito si apre agli umori della società. Si apre alla critica e al fermento della base.

Per questo sorrido quando i "detentori dell'ortodossia" che tutti insieme arrivano a stento al 10-12 % (considerando che buona parte di Verdi, Sdi - con ottaviano del turco presidente dell'abruzzo- e dell'Italia dei Valori entraranno bel PD), dipingono questa operazione come "MODERATA". Assillati dal mantenere rigido il timone verso le statue e i dipinti degli anni 50, si confrontano ancora con le Nazionalizzazione, sul "" meglio il socialismo autoritario che la democrazia liberista" e non si chiedono perchè molti scappino da Cuba verso gli USA mentre nessuna scappa dagli USA verso Cuba. Non so se è moderato unire tutti i riformismi italiani in un unico grande partito.

Il PD sarà il primo vero partito post-ideologico. Sarà costruito dai  giovani, se questi lo vorranno. Da quella generazione che ha dato 2 milioni di voti in più alla camera all'Ulivo rispetto al Senato.
Da chi crede di poter essere protagonista per declinare con il linguaggio nuovo di chi vive in un epoca nuova, le parole di LIBERTA' GIUSTIZIA E UGUAGLIANZA; i principi di LAICITA', SOLIDARIETA', INDIVIDUALITA'.

Consapevoli che la proprietà non è un furto, ma è un bene e un valore . Che l'uguaglianza non è solo forma, ma anche sostanza e che quindi bisogna rimuovere gli ostacoli di ordine sociale ed economico che limitano le libertà di ognuno. Che la famiglia è  fondata sul matrimonio. Che le persone dello stesso sesso hanno diritto ad un riconoscimento delle loro scelte sia giuridico - con i pacs - che culturale. Che il lavoro è vita e dignità. Che le autonomie sono fondamentali perchè rappresentano autogoverno e territorialità.
E per tutto ciò che ho dimenticato vi invito a leggere la vera Carta che secondo me il PD deve adottare : La Costituzione della Repubblica Italiana. Nata dalla Resistenza e dall'antifascismo non come religione ma come pratica. Costituzione, dove di cui supra trova riferimento e autorità.

Grazie per l'attenzione e l'ospitalità"

Daniele Sorelli



permalink | inviato da danielesorelli il 7/8/2007 alle 16:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
16 luglio 2007
PER I MIEI AMICI AUTONOMISTI
Quando si fa politica , si conosce un sacco di gente. Chi con idee simili alle tue e compagno di partito. Chi con idee quasi simili alle tue e prossimo compagno di partito. Chi con idee completamente diverse dalle tue ma compagno di partito.
E infine chi ancora dopo 15 anni crede che tu abbia le idee uguali alle sue solo perchè una volta - appunto 15 anni fa - il Partito era unico. Ma io avevo allore 7 anni e l'idea di fare politica , come si dice, era solo nella mente del Signore.
Però devo dirvi che tra tutti gli avversari politici , quelli di cui ho più stima sono i miei amici autonomisti. E non lo dico con la solita inneffabile sapidità che accompagna i miei post, ma con assoluta sincerità. Quella gente ha lasciato cariche acquisite e si è spesa in un progetto che io non condivido però è tutto politico. E questo fa di loro dei piccoli eroi in un panorama di vassalli e valvassori che si impegnano solo per motivi di rendita.

Però..però..il mio post non poteva non essere polemico e spulcia spulcia ho trovato una cosa interessante :

"Nel 2006 un verdetto dei magistrati contabili condannava lui e sei assessori a pagare 4196 euro a testa di danni erariali, rilevava che qualche anno fa il nazional-alleato Nello Musumeci, poi uscito dal partito, aveva fatto nelle vesti di Presidente delle Provincia di Catania una polizza curiosa. Con cui la Reale Mutua Assicurazioni, in cambio di 58.747 euro l'anno, copriva lui e i suoi colleghi di giunra sul versante della responsabilità civile e professionale a carico del bilancio provinciale. Per intenderci : una polizza contro eventuali condanne della Corte dei Conti."  - fonte "La Casta di G.A.Stella e S.Rizzo" -


ps 1
Spero che i miei amici autonomisti non se la prendano troppo con me
ps 2 Questa è una buona idea da suggerire al volo al Sindaco Scapagnini visto enorme voragine finanziaria del comune di Catania  così sarà coperto quando la Corte dei Conti dichiarerà il fallimento
ps 3 Attente compagnie di assicurazione catanesi!! Non fate polizze  con il comune!
ps 4 Rispondo a Ruggero su Walter Veltroni che  prende un'indennità di 9000 euro al mese. Vitalizio che gli pesa al punto che su "L'Espresso" a Primo de Nicola, Walter dice : "ho provato a rifiutarlo cercando di farlo congelare, ma non essendo riuscito perchè l'eventualità non è previstra dai regolamenti, ho deciso di distribuirlo in beneficenza alle popolazioni africane".


Daniele Sorelli



permalink | inviato da danielesorelli il 16/7/2007 alle 10:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
26 giugno 2007
WALTERISSIMO!
Sembra quasi una scelta già compiuta. Non capisco sinceramente che senso abbia però. Se ancora il PD è "in costruzione"  con un bel comitatone di 45 saggi, perchè si deve già individuare il segretario di questo grande soggetto riformista.

Per carità, sarò il primo ad appoggiare Walter , se il programma con il quale si presenterà alle Primare di Ottobre ( perchè mi auguro che tutti i candidati alla costituente e alla segreteria si presentino con una bella carriolata di idee e progetti innovativi, vi prego!), sarà così ardito e progressista da convincermi.
Mi sembra alquanto fuori luogo che per costruire questa casa comune dei democratici si inizi dal balcone che dà sul mare.

ps 1 Walter sei tutti noi!

ps 2 il Governo sembra aver trovato le risorse per finanziare l'aumento delle pensioni per 2 milioni di pensionati. Il centro destra si scompone e sguaiatamente insorge contro la "finanza allegra" del centro sinistra. Mi (Vi) chiedo: un pensionato (età presumibile 65 anni) che percepisce una pensione di 500 euro - e manco -  al mese è di centro destra o di centro sinistra ?...

Daniele Sorelli



permalink | inviato da danielesorelli il 26/6/2007 alle 22:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
6 giugno 2007
SCARPE ROTTE PER ANDARE….


Da quando è iniziato il percorso di costruzione del partito democratico, sentimenti di paura , speranza, felicità e nostalgia si sono mescolati creando più dubbi, più domande che risposte. Tutti gli ultimi 60 anni di politica , sociologia, economia pesano come macigni per l’elaborazione di un manifesto di valori che rappresenti la spina dorsale di questo nuovo partito.

A destra i democristiani duri e puri vogliono la riedizione della DC, a sinistra i radicali vogliono un Komintern del 2000. Tentativi questi interessanti  che ripropongono però vecchie logiche e vecchie categorie. E questo è il loro limite.

Mentre la nostra capacità dovrebbe essere quella di innovare il nostro linguaggio, per rappresentare i nuovi proletari, la nuova classe media, il terziario, la piccola e media imprenditoria, i giovani e i luoghi della formazione e le istanze di giustizia che un mondo flagellato ci presenta.

In questa direzione la costituente del Pd dovrebbe muoversi. E in questa costituente tutti i compagni socialisti dovrebbero profondere tutti i loro sforzi.

Lancio un appello. Perché credo che se lasciassimo questa nuova grande formazione politica solo all’influenza cattolico-democratica-liberale, le idee e i contenuti del socialismo finirebbero per esaurirsi nella spirale  dell’autoreferenzialità o nella politica della testimonianza.

E io a 23 anni non voglio testimoniare un accidente, ma creare quelle condizioni di emancipazioni che rendono ogni uomo e ogni donna liberi di determinare la propria vita.

 

Daniele Sorelli




permalink | inviato da il 6/6/2007 alle 16:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

 


Io col mio segretario Spataro!


Serafina! Stand SG Catania


Io col mio "Squalo" Damiano




Mai Domi ! Vai Pitrella !


Io e Fausto !






«..non ho mai voluto mutare le
mie opinioni, per le quali sarei
disposto a dare la vita e non solo
a stare in prigione....
vorrei consolarti di questo
dispiacere che ti ho dato:
ma non potevo fare diversamente.
La vita è così, molto dura,
e i figli qualche volta
devono dare dei grandi dolori
alle loro mamme,
se vogliono conservare il loro onore
e la loro dignità di uomini»




" Antonio Gramsci, Lettera alla madre
10 maggio 1928 "




"Lo avrai
camerata Kesselring
il monumento che pretendi da noi italiani
ma con che pietra si costruirà
a deciderlo tocca a noi.

Non coi sassi affumicati
dei borghi inermi straziati dal tuo sterminio
non colla terra dei cimiteri
dove i nostri compagni giovinetti
riposano in serenità
non colla neve inviolata delle montagne
che per due inverni ti sfidarono
non colla primavera di queste valli
che ti videro fuggire.

Ma soltanto col silenzio del torturati
più duro d'ogni macigno
soltanto con la roccia di questo patto
giurato fra uomini liberi
che volontari si adunarono
per dignità e non per odio
decisi a riscattare
la vergogna e il terrore del mondo.

Su queste strade se vorrai tornare
ai nostri posti ci ritroverai
morti e vivi collo stesso impegno
popolo serrato intorno al monumento
che si chiama
ora e sempre
RESISTENZA"


P.Calamandrei






IPSE DIXIT

                             
ATTENZIONE!! BLOG DI SINISTRA (sempre) IN CANTIERE

"Formula di Glyme per il successo.
Il segreto del successo è la sincerità. Se impari a fingerla, ce l'hai fatta."

"Donne. O amarle o odiarle. Non c'è via di mezzo."
(Nicolas de Champfort)

"Nelle discussioni sul sistema capitalistico, coloro che sostengono la necessità di distribuire la ricchezza dimenticano l'importanza di crearla."
(David Sarnoff)

"Chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza non merita né la libertà né la sicurezza."
(B. Franklin)

"Meglio essere folle per proprio conto che saggio con le opinioni altrui."
(Friedrich Nietzsche)

"È difficile credere che un uomo dica la verità quando sai bene che al suo posto tu mentiresti."
(Henry Louis Mencken)

"Coloro che dicono che il mondo andrà sempre così come è andato finora..contribuiscono a far si che l'oggetto della loro predilezione si avveri."
( Immanuel Kant )

"Anche quando avremo messo a posto tutte le regole, ne mancherà sempre una : quella che dall'interno della coscienza fa obbligo ad ogni cittadino di regolarsi secondo le regole."
( Indro Montanelli )

"Perdona i tuoi nemici, ma non dimenticare mai i loro nomi."
( J.F. Kennedy )